Manca sempre 1 per arriviare a 31

Ovvero della dissoluzione della cinquanta euro

 

Come a volte accade verso fine del mese il mio conto corrente, ed il mio “argeant de poches”  è soggetto a desertificazione.
Sull’innalzamento delle temperature esistono soluzioni allo studio, ma vorrei evitare anche l’abbassamento del contante.

Purtroppo questo sconcertante fenomeno ha come effetto collaterale la dissoluzione della cinquanta euro.

Prelevo dal bancomat ed ho banconote, un certo numero di banconote da 50 euro.

Vado a fare la spesa, nel portafogli ho le cinquanta euro e altre banconote/monete di diverso taglio.

L’importo della spesa non è mai pari all’importo delle altre banconote/monete, ma sempre leggermente superiore.

Così devo cambiare la cinquanta euro, rimanendo con banconote di taglio più piccolo e con una sensazione assimilabile alla soglia di povertà.

La dissoluzione della cinquanta euro è un processo lento, progressivo, e sopratutto si ripercote sulle altre banconote di taglio inferiore.

Se devo comprare altre cose ora ho banconote da 20 euro.
L’importo della spesa sarà quasi sicuramente di 21 virgola 6 periodico di euri.

Se devo prendere un caffe (70 centesimi), nel portamonete ho diversi spiccioli: circa 61 centesimi.

E via così di seguito.

Fino al nuovo accredito dello stipendio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...